Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono già stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Ultime Attività Ritornare a News
16, Nov 2021
Un singolo caso isolato, e comunque non è nulla di che.

Un singolo caso isolato, e comunque non è nulla di che.
Certo, come no. :)

Visto che dopo il mio ultimo post c’è stato qualche cappone che ha negato l’esistenza della misandria, visto che c’è chi ha fatto i salti mortali con supercazzole per dimostrare che alla fine è sempre e solo colpa degli uomini se tutto va male, visto c’è chi ha detto che parlare di misandria è come essere no-vax e terrapiattista, visto che c’è chi addirittura pensa che evidenziare i problemi dell’androsfera in qualche modo sarebbe come negare i problemi delle donne e della comunità arcobaleno, ho deciso di prendere gli screen più significativi che mi sono tornati alla mente per mostrare come la misandria non solo esista, ma sia soprattutto perpetrata dalle associazioni femministe che dalle associazioni 2sLGBTQIA39djhfaj3+.
Attenzione, criticare le ASSOCIAZIONI, e le loro narrazioni distorte, non vuol dire criticare il genere femminile e le persone arcobaleno.

Negli screen non ho messo due avvenimenti importanti, solo per motivi di spazio, ossia la recente protesta femminista contro la panchina inclusiva di San Benedetto del Tronto che denuncia tutte le forme di violenza, e quindi anche quella sugli uomini... e quello che è accaduto nel 2019 quando una associazione che si occupa di diritti umani ha cercato di parlare al Campidoglio anche di problemi maschili, e praticamente tutte le associazioni femministe hanno boicottato la cosa.
Non ho messo neanche, sempre per motivi di spazio, tutti gli improperi che suddette associazioni lanciano regolarmente ai danni del “maschio bianco etero cis destrimane”.
Non ho neanche messo screen riguardanti gli attacchi che io ho ricevuto e che tutt’ora, di tanto in tanto, ricevo (dallo “schifoso penemunito” al “portafoglio parlante”, giusto per citare i primi due che mi vengono in mente, senza contare gli attacchi sulla sfera personale ricevuti dalla cara AvvoCaty) .

In che modo si manifesta la misandria sia a livello sistemico che a livello individuale?
Negazione dei problemi maschili.
Negare la violenza domestica ai danni degli uomini.
Pensare che tutti gli uomini siano stupratori.
Pensare che tutti gli uomini siano assassini violenti.
Pretendere da tutto genere maschile scuse per reati che il singolo uomo ha commesso.
(Un po’ come se si pretendesse che tutti i musulmani si scusassero per i reati dei talebani, e tutte le persone di colore incensurate si scusassero per i reati delle altre persone di colore)
Non dare peso alle morti maschili, ma solo a quelle femminili.
Incolpare solo il genere maschile di essere antiabortista nonostante esistano anche donne contro l’aborto.
(Personalmente sono pro-aborto e in linea con il pensiero scientifico).
Imputare al genere maschile la colpa di ogni male della nostra società, ossia il PaTrIaRcAtO.
Trovare ogni pretesto per dare la colpa all’uomo (fosse anche la pandemia).
Non reputare possibile la violenza sessuale ai danni degli uomini.
Pensare che una donna non possa fare fisicamente male ad un uomo e aggredirlo.
Credere che nessuno dica frasi di odio contro gli uomini.
Avere gente che si lamenta per come si siede io maschio a causa dei testicoli che danno fastidio (menspreading).
Essere intimati di stare zitti in quanto uomini se si spiega qualcosa ad una donna (menspleaning).
Criticare gli uomini che si lamentano dei loro problemi, sproloquiando di “male fragility” e “men tears”.
Non avere dati ISTAT dedicati che si occupano di violenza contro gli uomini (le donne hanno il loro report annuale).
Avere istituzioni che pubblicamente fanno invettive sul genere maschile (le Nazioni Unite).
Parlare sempre e solo di “mascolinità tossica” ignorando che tutti, donne e comunità arcobaleno compresi, possono adottare gli stessi identici comportamenti tossici.
Demonizzare la sessualità maschile, accusandolo di sessualizzare il corpo delle donne (oltre il 30% degli uomini non ha rapporti sessuali, ed oltre il 50% ha problemi di tipo sessuale… con dati in crescita).
Essere convinti che occuparsi di androsfera sia una negazione dei problemi della controparte femminile o della comunità arcobaleno.
(Un po’ come accusare un cardiologo di negare i problemi neurologici.)

Adesso elenchiamo i “privilegi” maschili:
Maggior numero di persone senzatetto.
Pene giudiziarie più dure a parità di reato rispetto alle donne.
Il 90% dei divorzi è accompagnato da false accuse di violenza domestica, e questo porta ad un harrasment giuridico ed economico che può durare molti anni.
Difficoltà di essere creduti in caso di false accuse di violenza sessuale (con carcere quasi preventivo).
Maggiore possibilità di essere allontanati dai figli in caso di divorzio.
Essere costretti a vivere in automobile, se non si hanno parenti e una entrata a sufficienza, dopo aver divorziato.
Più alto tasso di suicidi.
Il 94% di morti sul lavoro.
Più alto tasso di incidenti sul posto di lavoro.
Essere il doppio dei morti per omicidio rispetto alle donne.
Percentuale più alta di vittime di omicidio fuori dalle mura domestiche.
Percentuale più alta di vittime di aggressione fuori dalle mura domestiche.
Dover pagare la sera a Roma il prezzo pieno del taxi (le donne hanno agevolazioni, per evitare che siano aggredite fuori dalle mura domestiche).
Percentuale più alta di raggiri e truffe subite.
Non essere creduto quando si denunciano abusi, aggressioni e violenze da parte del partner femminile.
Più alto tasso di abbandono degli studi.
Nessuna “quota azzurra” nei settori dell’istruzione o del lavoro che sono a predominanza femminile (tuttavia al contrario esistono).
Solo da poco si sta finalmente parlando di congedo di paternità (prima erano 2 giorni, poi 10, adesso forse 3 mesi).
Non esistono leggi che diano all’uomo la possibilità di rinunciare alla paternità (diritto che la donna legalmente ha).
E molto altro che adesso non sto qui ad elencare perchè mi sono rotto. :O

Ma tranquilli, è tutto regolare. In fondo è solo colpa del PatRiArCaTo e menomale che c’è il Femmicristo che ci salverà. :)

Ripeto, tutte le categorie hanno i loro problemi. Si potrebbero stilare liste lunghe uguali anche sui problemi delle donne e della comunità arcobaleno.
Non siamo qui a fare a gara a chi sta peggio.
Quello che si dovrebbe capire è che uomini e donne hanno problemi differenti e che si dovrebbe parlare di tutti, affrontandoli e risolvendoli con la stessa dedizione.
Il punto è che, proprio a causa della misandria sistemica, dei problemi delle altre categorie se ne parla e si ha coscienza (o per lo meno ci si sta lavorando) mentre invece si nega l'esistenza di quelli dell'uomo è un taboo parlarne.
In pratica è come se si facesse una campagna di sensibilizzazione per la prevenzione di tumore al seno, di tumore al polmone, di tumore al cervello… ma guai a farla per il tumore alla prostata.

Ricordiamoci anche che parlare di problemi degli uomini non equivale a parlare automaticamente di problemi degli eterosessuali (nonostante siano strettamente collegati), poiché esistono anche tanti omosessuali che sono di genere maschile, e molte delle cose che ho elencato toccano anche loro in prima persona.
La misandria è un problema trasversale.

Detto questo, godetevi gli screen.
Contrariamente a come ho fatto fino a ieri, che mi sono sempre sbattuto per rispondere a tutti (soprattutto quando non ne valeva proprio la pena e facendomi rodere il fegato), adesso proverò a fare il contrario imitando certi influencer più grandi. L’esperimento di oggi è cercare di ignorare totalmente i commenti, cancellando solo quelli più molesti, e limitarmi a ringraziare tutti quelli che mi sostengono.
Tuttavia, se qualche persona/influencer che si è esposta pubblicamente su questo tema volesse diritto di replica, la mia porta è aperta. In pratica non darò attenzione alla folla composta da capponi e isteriche.


Visualizza su Facebook

Trasforma la tua Pagina Facebook in un Sito, istantaneamente.

Prova ora 12 giorni GRATIS

Nessuna carta di credito richiesta, cancella in qualsiasi momento. pagevamp.com