Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono già stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Ultime Attività Back To News
30, Dec 2021
Tutte le volte che qualche personaggio "di confine" crepa, rido, e pure tantissimo.

Tutte le volte che qualche personaggio "di confine" crepa, rido, e pure tantissimo.
Maghi, maghetti, spiritualoidi, risvegliati, ciarlatani, guru, santoni, cartomanti, grandi iniziati, anime superiori, leader religiosi, profeti e via dicendo… ma anche complottisti, medici omeopati, antivax, promotori di scemenze olistiche, alternative e tutti quelli che con le loro idiozie hanno messo a rischio la salute delle persone. Vabbè, ci infiliamo dentro pure i fascisti, quelli stanno bene ovunque.
Ho riso quando è morto Hamer, ho riso quando è morto Sai Baba, ho riso quando è morto Bodhi Avasa, ho riso quando è morto Vannoni, ho riso quando è morto Marco Cosmo “Decimo Toro”, ho riso quando è morto “O’ professore” Valentino Bellucci ed ho riso quando è morto il senatore antivax del M5S Bartolomeo Pepe.
Rido ancora di più se per caso muoiono per malattia, se erano giovani e se per tutta la vita hanno affidato la loro salute a certe fesserie, per poi correre in ospedale prima di tirare le cuoia.
E’ sempre piacevole veder morire persone che non ho mai rispettato in vita e che, a mio avviso, hanno fatto più danni che altro. Questa loro eliminazione dal pool genetico (spesso autoindotto) è solo da accogliere con il sorriso.

Regolarmente, appresa la lieta novella, scendo in cantina e prendo un buon vino da stappare e bere alla faccia loro che, essendo crepati, non potranno bere mai più.
A seconda di che tipo di fesseria seguivano o promuovevano, scelgo il vino.

Quando schiatta qualcuno che era in fissa con la roba dharmica, indianoide, buddhistoide, o simili, apro un bianco macerato, ossia uva bianca che però viene preparata come se fosse un vino rosso. Questi vini sono detti anche “Orange Vine” proprio per via del loro colore arancione, e sono molto buoni se mangiati assieme a cibi speziati. Come potete immaginare, l’arancione e le spezie ben si sposano con le fesserie dharmiche. Non esiste accoppiata migliore.

Quando schiatta qualche niùeiger generico, psicosettarolo, qualche complottaro, imbonitore e via dicendo, allora senza dubbio bevo un bianco. Questa gente, che dovrebbe tornare alle elementari per via della propria ignoranza, se facesse un qualsiasi esame consegnerebbe un foglio in bianco. Il bianco quindi rappresenta il vuoto, ma non quello filosofico e spirituale, intendo il vuoto nella loro testa, poiché privi di cervello. E allora un brindisi alla loro stupidità.
In questo caso se il loro delirio contempla gli alieni, andate di bollicine, altrimenti per tutti gli altri va bene un bianco fermo. Il bianco fermo è ottimo anche per i fasci.

Quando schiatta gente che propinava terapie alternative, parlava di complotti delle case farmaceutiche, era un detrattore della medicina, della scienza e via dicendo, allora il vino da aprire deve essere rigorosamente rosso. Rosso come il sangue delle persone che sono morte, o sono state male, seguendo le loro cazzate. Rosso come il sangue che, per fortuna, non gli scorre più nelle vene perchè sono finiti due metri sottoterra.

Se invece schiatta qualcuno che seguiva esoterismo, magia occidentale, roba “iniziatica”, teurgia, alchimia e simili, allora suggerisco un bel “blanc de noirs”, ossia uva rossa che però viene vinificata come se fosse bianca. Il vino sbiancato che ne esce ricorda un po’ un processo alchemico, come se fosse il passaggio dal rubedo all’albedo. Il Blanc de Noirs suona aristocratico, sembra sofisticato e ricercato, qualcosa di elitario e sconosciuto, misterioso… ma in realtà è un vino come un altro. Bevetelo e tiratevela mentre lo fate, ad ogni sorso sentitevi "stocazzo" proprio in memoria di loro che -per una vita intera- si sono sentiti altrettanto “stocazzo” unicamente perché millantavano di conoscerne grandi segreti iniziatici… per poi schiattare malamente come tutti gli altri profani. Tanto boriosi e pomposi in vita, quanto marci e putrefatti da morti.

Se muoiono invece i SJW, siano essi femmicristici, capponi, isteriche, attivisti LGHDTVIPS+, persone che vogliono imporre la schwa(stica) o altro, quindi tutto quello che rientra nella sfera "woke", ossia chi sproloquia di “inclusività” e nel frattempo spara invettive contro maschio bianco etero cis, beh, allora stappate un bel vino rosè. L’accostamento è così ovvio e automatico che non serve dire molto altro.
Potrei andare avanti ore a parlare di come il rosa sia il colore perfetto per descrivere il loro goffo tentativo di rendere il mondo un posto peggiore, fatto di spazi sicuri, soffici nuvole, unicorni, zucchero filato e cancel culture…
Una dittatura confettosa che ignora cosa sia l’uguaglianza e spaccia il neo-bigottismo per progressismo. Un mondo rosa, poiché il colore azzurro è stato cancellato in quanto reputato offensivo.

Visto che lo scopo di questo mio post è quello di celebrare la vita alla faccia di certi personaggi che crepano, ho creato un gioco chiamato "Fantamorto Quantico".
Consiste nello stilare una lista di almeno 9 di questi personaggi “di confine” e poi aprire una bottiglia alla faccia loro ogni volta che tirano le cuoia.
Attenzione, non basta che siano malati o in fase terminale, magari addirittura in coma. La regola vuole che debbano proprio averci lasciato le penne.
Per le situazioni di transizione, dove manca poco ma ancora non ci siamo, limitatevi solo a fare il tifo e ad augurargli una lenta e dolorosa dipartita.
Più soffrono, più il vino buono.
Un altra regola è quella di rispettare le indicazioni di “alto gourmet” che ho elencato prima.
Così come la scelta del vino viene fatta in base al cibo, altrettanto deve essere fatta in base al fenomeno di turno che finisce due metri sottoterra.
Nel caso di personaggi trasversali e che toccano più aree, che ne so, un cretino che era sia in fissa con la roba indiana, che contemporaneamente con la pseudomedicina alternativa, allora siate voi a scegliere -a gusto vostro- se ad esempio un orange o un rosso. Idem per tutte quelle figure non chiare e poco identificabili nelle categorie sopra elencate. Nel dubbio, quindi, ascoltate il vostro palato e non sbaglierete.
Ricordatevi che voi siete vivi e loro sono morti, quindi la scelta finale del vino sta a voi.
Se possibile, ‘mbriacateve, o comunque siate "dignitosamente brilli" (cit). Ma, mai, mai mai, assolutamente arrivare al punto di stare male e vomitare. Dovete festeggiare il fatto che voi potete ancora bere, mangiare e scopare, mentre loro no. Se vi riducete una merda e collassate, avete perso.
Se il vino non lo finite, conservatelo per i giorni successivi, ma non buttatelo. E’ peccato.
Se una bottiglia non basta, apritene due o più.
La pratica può essere fatta sia da soli, che in gruppo… e fidatevi, nulla fa ridere tanto quanto ricordare con gli amici le cazzate sparate da certi personaggioni, mentre siete 'mbriachi come Biggiogero e Alonci.
Se il venditore di fumo è ancora in vita, quando stilate la lista contattatelo e chiedetegli se ha qualche preferenza. Infatti la regola dei vini associati alle fesserie può essere ignorata (a vostra discrezione e libera scelta) qualora il candidato per il fantamorto quantico abbia espresso in maniera diretta la richiesta di un vino specifico.
Per il mangiare, fate un po' come vi pare. Cibo, ciarlataneria e vino sono un ottimo triangolo del gusto.

Come?
Pensate che io sia un mega stronzone se scrivo certe cose?
Certo che lo sono, eccome!
Ma sono uno stronzo onesto, ed è questa la differenza fra me e voi.
Ipocriti che non siete altro.

Ma non voglio parlarne ora. Intanto sparo il post e raccolgo le contestazioni di voi moralisti bacchettoni (e già ne ho diverse). Poi, nei prossimi giorni, darò una serie di risposte a tutti quelli che mi biasimeranno per questo post.
Nel frattempo, stappate, mangiate, scopate e godetevi la vita alla faccia loro.

Di seguito la mia personalissima lista che verrà aggiornata strada facendo.
E voi? Chi vi giocate nel 2022 al fantamorto quantico?

p.s. Mi raccomando, lo ripeto sempre ma è bene farlo di nuovo, criticate le idee non le persone. E se dovete taggare qualcuno per chiedergli quale vino vuole sia bevuto alla sua morte, mi raccomando non insultatelo o altro.
Siate stronzi, ma con criterio.


View On Facebook

Turn your Facebook Page into a website, instantly.

Try now for 14 days FREE

No credit card required, unsubscribe at any time. pagevamp.com