Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono già stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Ultime Attività Ritornare a News
15, Dic 2019
Io mi ricordo. Vannoni, Stamina e quel periodo buio. - Salute e bugie - Blog - Le Scienze

Anche io (Luca), come il grandissimo Salvo Di Grazia ricordo molto bene.

La prima volta che ho sentito di Stamina e Vannoni è stato proprio dalle Iene. La cosa mi ha puzzato subito di pseudoscienza. Fra le varie pagine dedicate alla divulgazione, infatti, si alzò un polverone. Tutti a criticare questa follia.
Dopo un sit-in di protesta fuori dagli studi di Mediaset, che ovviamente non servì a nulla, un gruppo di studenti decise di organizzare una serie di eventi, in giro per l'italia, chiamati Italia Unita per la Scienza. Io partecipai all'evento di Roma.
In una sala universitaria di LaSapienza si tenne così un incontro dove, l'ormai scomparso Prof. Bianco (uno dei massimi esperti di staminali), spiegò nel dettaglio tutta la TRUFFA messa in atto dal ciarlatano chiamato Davide Vannoni. Nel momento delle domande, io mi alzai e chiesi "Prof, come mai non interviene un albo professionale e non lo denunciamo per abuso di professione medica?"
Il prof. gridò "Bravo! E' vergognoso che ancora non lo abbiano fatto!". La sala cominciò ad applaudirmi.
Solo oggi, dopo diversi anni, la scienza finalmente ha cominciato a dare battaglia legale a questi ciarlatani. Nel 2010-14 invece era una cosa rarissima.
Finito l'evento mi avvicinai al prof. Bianco, lo ringraziai per il suo contributo e mi disse che avremmo dovuto lottare per evitare che in futuro potessero emergere altri personaggi come Vannoni. Aggiunse anche che le Iene erano andati da lui a fargli delle domane e sperava che sarebbe servito a qualcosa.
Pochi giorni dopo uscì il nuovo video delle Iene, fu terribile, un montaggio squallido dove fecero passare il prof. Bianco per un invasato e Vannoni invece per un eroe.
Posso solo immaginare, focoso com'era, come si debba esser sentito preso per il culo il prof.
Le Iene da quel momento divennero la voce ufficiale della pseudoscienza. Stavamo letteralmente combattendo contro un gigante.

Diversi mesi dopo, assieme al gruppo di Pro-Test Italia, avevamo organizzato una manifestazione a Roma proprio fuori il Palazzo di Montecitorio. Manifestavamo per via della mancata recezione della legge UE63/2010 che serviva a normatizzare la ricerca sui modelli in vivo, legge che è stata recepita con forte ritardo e che, fra le altre cose, noi italiani abbiamo modificato a casaccio (ma questa è un'altra triste storia). Tutt'altro argomento rispetto a stamina.
Mentre eravamo là a manifestare, con esponenti del mondo della scienza dalla nostra parte, istituti che avevano dato il loro benestare, giovani e vecchi ricercatori tutti in piazza, con addirittura membri dell'Istituto Superiore di Sanità... proprio accanto a noi c'era un piccolo presidio di malati che erano lì a chiedere la possibilità di ricevere, in nome delle "cure compassionevoli", le infusioni della brodaglia di Vannoni.
La cosa più dolorosa è stata vedere dal vivo persone in carrozzina, con gravissimi problemi, non comprendere che quella merda li avrebbe uccisi, ed anzi, gridare e piangere per averla.
In un primo momento abbiamo provato a spiegargli la situazione, abbiamo provato a fargli capire l'importanza della ricerca scientifica e che è da pazzi infilare una brodaglia non testata dentro la gente... non è servita a nulla, anzi, abbiamo visto che i malati stessi si stavano arrabbiano ed avevano cominciato ad insultarci.
Decidemmo così di non proseguire oltre la discussione e di dedicarci alla lotta che stavamo combattendo in quel momento, ossia la modifica della UE63/2010.
E' stato davvero brutto vivere quella situazione. Essere totalmente impotenti...
Quella sera ho avuto problemi a dormire, pensavo a tutti loro, avevo stampato in testa il volto di ognuno di quei malati e nella testa mi risuonavano le loro parole: "Volete farci morire", "Non volete farci curare", "Siete corrotti dalle case farmaceutiche e vi interessano più i soldi della nostra vita", "E' colpa di ricercatori collusi come voi se ci negano le cure"
Un conto è leggerlo nella sezione commenti di FB scritto dal cretino di turno su internet, un conto è sentirselo dire dal vivo da una persona in sedia a rotelle e affetta da una malattia rara... e non poter fare nulla per aiutarlo o fargli capire che non è così.

Dopo diverso tempo, la UE63/2010 è stata finalmente recepita, ma con delle modifiche terribili... questa specifica battaglia l'abbiamo persa.
Al contrario invece Vannoni è stato prima indagato, poi processato, in fine incriminato.
Una vittoria su due, meglio di nulla.

Oggi, dopo Vannoni, è saltato fuori Panzironi. Anche lui adesso è stato denunciato e vediamo come andrà a finire.
Dopo di lui chi sarà il prossimo?
Non lo so, ma una cosa è certa, io non resterò fermo, sono sempre stato in prima linea a continuerò a farlo.
A tal proposito invito tutti a diventare membri del Patto Trasversale per la Scienza - PTS, quello che mancava in italia, ossia un ente capace di garantire la qualità scientifica e di intraprendere guerre legali per poter salvaguardare la salute pubblica. Su di loro ci farò sicuramente un video in futuro.

Vi lascio qui sotto l'articolo di Salvo Di Grazia e spero che la mia testimonianza possa essere utile a qualcuno.
Scrivetemi qui nei commenti cosa ne pensate, se vi è capitato qualcosa di simile e se avete avuto anche voi il dispiacere di avere a che fare con le vittime di certi sciacalli.

http://digrazia-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/12/12/io-mi-ricordo-vannoni-stamina-e-quel-periodo-buio/?fbclid=IwAR3v0voAmibYD5rplMC2QNnubLsaff5f0z9U7G1ci2DT6ThrA9o2MF0bGkU


Visualizza su Facebook

Trasforma la tua Pagina Facebook in un Sito, istantaneamente.

Prova ora 12 giorni GRATIS

Nessuna carta di credito richiesta, cancella in qualsiasi momento. pagevamp.com